Lego 21009-1 Farnsworth House (Storia)

La Farnsworth House è uno dei più celebri progetti dell’Architetto Ludwig Mies van der Rohe.
Progettata e costruita tra il 1945 e il 1951 come casa per i weekend, è collocata in un contesto, un tempo rurale, a 90 Km a Sud Ovest di Chicago, nei pressi del fiume Fox, a Sud della cittadina di Plano.
La casa, in vetro e acciaio, fu commissionata dalla Dr.ssa Edith Farnsworth, che desiderava un luogo dove poter godere della natura e dedicarsi ai suoi hobby.
Mies creò una casa di 140 m² che è divenuta uno dei simboli del movimento moderno tanto che nel 2006 l’edificio è stato designato come National Historic Landmark.
Ludwig Mies van der Rohe fu incaricato nel 1945 di realizzare un rifugio per i weekend, nel lotto affacciato sul fiume Fox, che Edith Farsworth aveva acquistato da Robert Mc Cormick, i lavori di costruzione iniziarono nel 1950 e terminarono nel 1951.
La commessa aveva le caratteristiche ideali per un Architetto, ma fu rovinata da una controversia pubblica, fra il Committente e l’Architetto iniziata a costruzione quasi ultimata.
La casa costò 74.000 dollari del 1951, equivalenti a circa un milione di dollari del 2006, contro un preventivo di 58.400 dollari, con un onere aggiuntivo di oltre il 26% dovuto all’aumento dei prezzi dei materiali del dopoguerra e alla scarsità di mano d’opera per i massicci arruolamenti nella Guerra di Corea.
Giunti vicino al completamento della costruzione, l’inasprisrsi dei rapporti tra la dottoressa Farnsworth e Mies condusse alla denuncia da parte dell’Architetto costruttore per un mancato pagamento di $ 28,173 nei costi di costruzione e di una domanda di risarcimento per presunti danni da parte della Dottoressa.
Nonostante l’avvocato di Mies riuscì a dimostrare che la Farnsworth aveva approvato sia piani che l’aumento di spesa, e che la corte impose alla proprietaria di saldare i conti, per Mies fu una vittoria amara in quanto, dalla vicenda, ne ricevette una pubblicità assolutamente negativa.
Edith continuò ad usare la casa come luogo di ritiro fine settimanale per i successivi 21 anni, spesso ospitando noti personaggi del mondo dell’Architettura per mostrare i lavori dell’Architetto di fama mondiale.
Nel 1972 Casa Farnsworth fu acquistata da Lord Peter Palumbo, magnate inglese delle proprietà, collezionista di arte e appassionato di Aarchitettura.
Rimosse la schermatura di bronzo che chiudeva la veranda, aggiunse l’aria condizionata, diede ampio respiro all’Architettura paesaggistica aggiungendo sculture di Andy Goldsworthy, Anthony Caro, e Richard Serra.
Nel 2003 Palumbo rimosse le opere d’arte e vendette la proprietà all’asta ad un gruppo di preservazionisti del luogo con il supporto del National Trust for Historic Preservation per una cifra di 7,5 milioni di dollari.
Oggi l’abitazione risulta essere inserita nel Registro Nazionale ed è segnalata come Monumento Storico Nazionale dal Dipartimento dell’Interno degli Stati Uniti d’America.
Per quanto riguarda le caratteristiche essenziali della casa, queste, sono immediatamente evidenti.
L’uso di pareti vetrate apre l’interno verso l’ambiente circostante, limitando l’opacità alle sole partizioni orizzontali, due lastre, che racchiudono l’ambiente abitabile dove i bordi delle lastre sono caratterizzati dall’uso di acciaio a vista, dipinto di bianco.
La casa si trova a circa 1,5 metri da terra, sopraelevata da 8 pilastri in acciaio bianco con profilo ad H, collegati alla piastra del pavimento e a quella del soffitto per cui, l’edificio sembra galleggiare senza peso sopra la superficie che occupa.
Una terza piastra, leggermente ribassata rispetto al livello della casa, funge da collegamento tra il suolo e il piccolo portico antistante l’ingresso.
Mies applica qui il concetto di open space, un grande spazio non strutturato, ma disponibile ad adattarsi alle esigenze di più persone.
Al centro della grande camera si trova il “nocciolo” dei servizi, due blocchi in legno contenenti un guardaroba, il bagno e la cucina mentre lo spazio restante è caratterizzato dalla presenza di elementi mobili che suggeriscono una suddivisione spaziale non rigida.
Il concetto di stanza singola utilizzabile liberamente e flessibile, priva di ostacoli all’interno e racchiusa da una cortina vetrata retta da un esile apparato strutturale sarà uno degli ideali architettonici che più caratterizzeranno la carriera americana di Mies van der Rohe.
La casa Farnsworth è stata acclamata come uno dei capolavori del Movimento Moderno, e Mies ha ricevuto la Medal of Freedom dal Presidente Americano per il suo contributo all’Architettura.
Philip Johnson vi ha tratto ispirazione per realizzare la sua Glass House nel 1947 e nel XXI secolo, i critici di Architettura Paul Goldberger e Blair Kamin, vincitori del Premio Pulitzer, hanno dichiarato la casa uno dei capolavori dell’Aarchitettura del XX secolo.

Sintesi elaborata da vecchi giochi .it tratta da www.wikipedia.org